Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Lucia Picozzi, fisarmonica, sarà ospite della “Festa della Biblioteca” domenica 20 ottobre alle ore 17.30
Un intervento a cura dell’Accademia Vivaldi con la direzione artistica del M° C. Gualco.
Artista appassionata ed eclettica, ha calcato numerosi palchi di festival e concerti in Italia e in Europa, il suo nome è spesso abbinato agli Inis Fail, tra i più apprezzati gruppi folk del panorama italiano. Propone una selezione di brani d’autore, tratti dal suo album solista “Into the box”, che spaziano dal polistrumentista Yann Tiersen a De André, con suggestivi passaggi nella tradizione Irish.

 

Lucia Picozzi si diploma a pieni voti in pianoforte nell’anno 1996, sotto la guida del M° Andrea Rucli presso il Conservatorio Statale L. Campiani di Mantova.
Studia e si perfeziona successivamente in fisarmonica con uno dei migliori docenti e interpreti italiani, Davide Vendramin, insegnante presso il Conservatorio di Lugano.
Il suo naturale interesse per i diversi generi artistici la porta a conseguire parallelamente il master come Illustratrice presso l’Istituto Europeo di Design, conseguente alla maturità presso il Liceo Artistico L. Candiani di Busto Arsizio. Successivamente nel 1999 consegue presso il CEMB di Milano l’abilitazione come specialista in Musicoterapia.
Nel corso degli anni ha maturato esperienze musicali importanti nell’ambito della musica tradizionale popolare, nello specifico nel folk irlandese, con gli Inis Fail, unico gruppo italiano regolarmente invitato ad esibirsi nei principali Festival Europei, con eccellenti riscontri di pubblico e critica per l’approccio estremamente rigoroso riservato alla prassi esecutiva.
Con gli Inis Fail ha pubblicato tra il 1998 e il 2007 quattro album: Tradizionale, One More, Blue Bottle e Rebound, con il recente ultimo lavoro in uscita nel mese di aprile.
La sua poliedricità la porta a confrontarsi con musicisti e musiche anche molto distanti tra loro e a collaborare con gruppi quali Agorà Ensemble, gruppo di musica tradizionale ebraica, i Dirty Bastard, per i quali ha inciso sull’ ultimo disco “Get the Folk Out” in qualità di ospite, i Punkreas per il disco “Radio Punkreas”.
Ha sempre affiancato all’attività concertistica quella didattica esercitando l’attività di docente di pianoforte e fisarmonica presso numerose scuole di musica e viene regolarmente invitata a tenere master class presso i festival di musica tradizionale tra i quali il più rinomato “Celtica” di Courmayeur.
A novembre del 2016 ha pubblicato il suo primo disco da solista “Into the box” per fisarmonica sola, un lavoro che rappresenta il sunto delle esperienze artistiche maturate durante il suo percorso umano ed artistico.
Lucia Picozzi suona una Paolo Soprani del 1975 di manifattura completamente artigianale, rivista da Giuseppe Ranco (Ranco Fisarmoniche di Vercelli) secondo sue specifiche per affrontare le sonorità di questo repertorio e ci accompagnerà in un viaggio attraverso le musiche tradizionali europee: reels&jigs irlandesi, musiche del compositore francese Yann Tiersen, valzer ebraici, ballate balcaniche, musette & en-drò e scottish bretoni.